Una terrazza sul mar Tirreno

Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 della Regione Calabria, il Comune di San Pietro in Amantea, piccolo borgo con poco più di cinquecento abitanti situato in provincia di Cosenza, ha ideato un progetto che ha la finalità di potenziare la sua capacità attrattiva e turistica.
Il progetto si basa, in particolare, nell’elaborazione di cinque itinerari che, partendo dagli attrattori turistici ricadenti nel borgo, abbracciano le vocazionalità dei territori limitrofi nell’ottica della creazione di un’offerta turistica comprensoriale, di tipo integrato, che pone San Pietro in Amantea al centro dei percorsi.
L’attenzione è massima nei riguardi del turista visitatore che ha la possibilità di miscelare, secondo le proprie esigenze, i cinque itinerari oltre che interagire con il Portale e l’App appositamente creati e messi in rete.
Gli itinerari danno la possibilità di esplorare i fondali degli Scogli di Isca alla scoperta delle distese di posidonia oceanica e dei relitti presenti nello specchio d’acqua prospiciente la costa tirrenica calabrese, regalando al contempo l’opportunità di vivere e visitare i luoghi mistici di culto che hanno dati i natali a San Francesco di Paola e San Nicola da Longobardi.
Se si ha voglia di calzare le scarpe da trekking, ci si può avventurare nella natura incontaminata dei percorsi che congiungono San Pietro in Amantea ai territori viciniori, come ad esempio le pendici di Monte Cocuzzo (Sito di Interesse Comunitario).
Le acque azzurre del Mar Tirreno sono a qualche minuto di distanza dal borgo, nel quale si può deliziare un paniere di produzioni agroalimentari unanimemente riconosciuti di altissima tipicità.
San Pietro in Amantea è un po’ tutto ciò.