Progetto

Il PSR Calabria 2007/2013 e l’Asse III

La Commissione Europea, con il Regolamento per lo Sviluppo Rurale 2007-2013, ha effettuato un ulteriore passo in avanti verso il passaggio da una politica agricola settoriale ad una politica maggiormente territoriale che tenga conto delle complessità che ruotano intorno alle aree rurali.

Il PSR Calabria 2007/2013, che richiama a tale Regolamento, ha previsto sia misure di incentivo per le tipologie di imprese inserite nel contesto dell’economia rurale (agriturismo, artigianato, turismo) che interventi di contesto (miglioramento della qualità della vita, servizi per l’economia e la popolazione, formazione ed informazione, acquisizione di competenze e animazione per l’elaborazione e l’attuazione di strategie di sviluppo locale, ecc.).

Il turismo, l’artigianato e l’offerta di attività ricreative nelle zone rurali offrono potenzialità per la diversificazione delle attività per le aziende agricole e per lo sviluppo di micro imprese nel contesto dell’economia rurale.

L’obiettivo globale dell’Asse III del PSR Calabria 2007/2013 è quello di migliorare la qualità della vita nelle aree rurali e promuovere la diversificazione delle attività economiche.

Questo obiettivo viene raggiunto attraverso due obiettivi prioritari (cui fanno riferimento gli obiettivi specifici del PSR):

Miglioramento dell’attrattività dei territori rurali per le imprese e la popolazione (Recupero del patrimonio rurale per migliorare l’attrattività turistica, migliorare l’offerta dei servizi);

Mantenimento e/o creazione di nuove opportunità occupazionali in aree rurali (Diversificazione dell’economia rurale; creazione di nuove opportunità occupazionali; formazione di nuovi profili professionali).

Le Misure che l’Asse III del PSR Calabria attiva sono:

Misure rivolte alla diversificazione dell’economia rurale

  • Misura 311 Diversificazione in attività non agricole
  • Misura 312 Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle imprese
  • Misura 313 Incentivazione di attività turistiche

Misure rivolte al miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali

  • Misura 321 Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale
  • Misura 323 Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale
  • Misura 331 Formazione ed informazione

Dette Misure dell’Asse 3 sono rivolte al superamento degli svantaggi socio economici dei comuni ricadenti nelle aree rurali intermedie diversificate e non (Aree C) e nelle aree rurali con problemi di sviluppo (Aree D).

In ragione della zonazione messa in piedi dalla Regione Calabria attraverso il PSR Calabria 2007/2013, San Pietro in Amantea (CS) è, rispetto alla Macro Area Calabria, “Area rurale intermedia diversificata” denominata Basso Tirreno Cosentino. Lo stesso Comune rientra, inoltre, tra i cosiddetti Comuni Svantaggiati.

Caratteristiche delle Aree rurali intermedie diversificate

In quest’area ricadono 64 comuni calabresi e il 12% circa della popolazione dell’intera regione. E’ un’area vasta che comprende tutta la costa tirrenica della provincia di Cosenza e il basso tirreno reggino (11,7% della superficie totale regionale).

Il reddito disponibile è pari a circa il 12% del reddito complessivo regionale.

La densità è uguale a 135 abitanti/kmq. La percentuale di occupati in agricoltura è poco più bassa rispetto alla media regionale (12,7%).

Anche il valore della superficie agricola su quella territoriale presenta valori inferiore a quelli medi regionali (50%). Questa area, come quella precedente, è stata oggetto negli ultimi dieci anni a fenomeni di spopolamento è al di sotto di quelli medi regionali (-0,90%).

Il 69% dei comuni ricadenti in quest’area è oggetto di fenomeni di spopolamento. L’incidenza dei comuni con meno di 5.000 abitanti è pari al 78% e poco più di un decimo sono quelli con meno di mille abitanti.

La Misura 313 “Incentivazione delle attività turistiche”

Motivazioni della Misura
Il turismo rurale è considerato un fattore importante per lo sviluppo delle aree rurali. Tale forma di turismo ha grandi potenzialità di sviluppo in Calabria grazie alla grande varietà di ambienti geografici, alla presenza diffusa sul territorio di elementi storico-culturali importanti, alla presenza di una paniere vario di prodotti tipici. La misura mira a migliorare la qualità dell’offerta turistica nelle zone rurali attraverso il sostegno alla realizzazione di infrastrutture e di servizi.

Obiettivi
Gli obiettivi perseguiti dalla misura sono i seguenti:
• Miglioramento della qualità dell’offerta di turismo rurale;
• Potenziamento delle infrastrutture e dei servizi per il turismo rurale;
• Integrare l’offerta di turismo rurale con l’offerta turistica tradizionale attraverso metodologie innovative.

Finalità e azioni della misura 
La misura prevede interventi a carattere infrastrutturale e lo sviluppo di servizi per la promozione e commercializzazione dell’offerta di turismo rurale. Sono previste le seguenti azioni:

Azione 1:
Informazione e piccola ricettività : sono finanziati investimenti per la realizzazione di segnaletica stradale, di punti d’accesso, centri d’ informazione e accoglienza (rifugi, aree campeggio, ecc.) per la valorizzazione di località turistiche e di aree naturali, di percorsi enogastronomici, di percorsi agrituristici ecc.;

Azione 2:
Sviluppo e commercializzazione di servizi turistici e agrituristici : sono finanziati investimenti inerenti attività di progettazione e realizzazione di itinerari e percorsi (enogastronomici e agrituristici), attività di progettazione e commercializzazione di pacchetti turistici e agrituristici, realizzazione di materiale informativo rivolto alla stampa e ai tour operator, partecipazione a fiere di settore.

Excursus Burocratico del contributo

L’intervento oggetto di finanziamento rientra tra quelli finanziati dalla Misura 313 PSR Calabria 2007/2013 denominata “Incentivazione di Attività turistiche”.

Gli atti amministrativi di riferimento sono:

  • D.D.G. n°10317 del 29 Luglio 2008 la Regione Calabria approvava l’Avviso Pubblico per la presentazione delle Domande di aiuto relative all’attuazione delle Misure 311-312-313-323-331 e afferenti all’Asse III “Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale”;
  • D.D.G. 18398 del 14 ottobre 2009 con cui la Regione Calabria modificava le disposizioni attuative e procedurali approvate con D.D.G. n°10137 del 29 Luglio 2008, per la presentazione delle domande di aiuto relative all’attuazione delle Misure 311, 312, 313, 323, 331 e afferenti l’Asse III “Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale”;
  • D.D.G. n°1325 del 18 ottobre 2012 recante “Reg. CE 1698/2005 – PSR Calabria 2007/2013 – Avviso Pubblico Asse III Approvato con D.D.G. n°10317 del 29 Luglio 2008 – con cui la Regione Calabria Approvava la Graduatoria definitiva della Misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” per l’Annualità 2010 in cui gli elaborati progettuali presentati dal Comune di San Pietro in Amantea (CS) risultavano tra quelli “ammissibili ma non finanziati”;
  • D.D.R. n°3051 del 09/04/2015 con cui la Regione Calabria, in virtù della disponibilità di altre risorse finanziarie derivanti da rinunce e revoche, riteneva opportuno procedere allo scorrimento della graduatoria di cui D.D.G. n°1325 del 18 ottobre 2012 recante “Reg. CE 1698/2005 – PSR Calabria 2007/2013 – Avviso Pubblico Asse III Approvato con D.D.G. n°10317 del 29 Luglio 2008 – Graduatoria definitiva Misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” per l’Annualità 2010;